martedì 15 giugno 2010

Oh no, Raylan you didn't.


Allora, è finito Justified.

In definitiva mi è piaciuto molto, mantiene quello che promette ne solito stile di Elmore Leonard (che non imparerò mai a chiamare Elmore di nome, MAI), quindi se non vi sono piaciuti prodotti precedenti legati ai suoi racconti... statene pure alla larga. a me personalmente va a toccare le corde giuste per non poter piacere e Olyphant (come il resto del cast, immenso), si è rivelato la scelta perfetta.

Detto questo: Raylan, perché? Aveva ragione Violetta.

giovedì 10 giugno 2010

I film che sto aspettando... e dovreste aspettare anche voi (part 1)

In ordine assolutamente sparso di attesa...

The Expendables

Perché: cioé... state scherzando.

SCOTT PILGRIM vs THE WORLD

(an epic of epic epicness)



Perché: se non vi basta il fatto che è il nuovo film di Edgar Wright (Shaun of the Dead, Hot Fuzz), se non basta il (bel) fumetto da cui sembra tratto con una cura amorevole, se non vi accontentate del cast, e della sola colonna sonora del solo trailer, se non vi convince questo sito , se i combattimenti a 8-bit non smuovono la vostra nostalgia (SENZA CUORE!), gli effetti sonori non solleticano la vostra infanzia (ma quanto siete tristi?), e Mary Elizabeth Winstead vi fa schifo, ho solo due parole per voi: ACTION. DOCTOR. E allego immagini. A me è bastato per vincere la naturale repulsione al non-uomo.

TAKE HIM TO THE GREEK

Perché: Judd Apatow, Jonah Hill e Russell Brand, più tutto il resto e "I'm an african white Christ... from space"

(continua...)

sabato 5 giugno 2010

venerdì 4 giugno 2010

some JEFFSTER love, please




Ecco, adesso non posso più riguardare gli episodi di Chuck con Chevy Chase e non pensare a Pierce e al suo lavoro fuori da Greendale. 

In compenso mi spiego questo:

giovedì 3 giugno 2010

"chiedimelo con garbo" = "touch my tralala"

Cosa ho visto:

Robin Hood (2010) secondo Ridley Scott; ovvero la storia di un crociato perdibraghe (ma dal senso pratico +10) che vuole portare a casa la pellaccia e dei suoi pochi compagni e di quel che gli succede sulla via del ritorno. Contorno di predestinazione eroica. 

Cosa pensavo di vedere:

il gladiatore 2.0+Braveheart-culi all'aria.

Cosa ho avuto:

Ridley Scott che con grande dispendio di energie, soldi, scenografie e costumi, prende la sceneggiatura e la chiude nel cassetto, si guarda intorno e dice "divertiamoci!". La verosimiglianza storica è sotto il minimo sindacale a favore di toni epici e sacchi di attori/caratteristi/mestieranti che fanno le stesse cose che fanno altrove... ma medievalmente. Al punto che ci sono ben DUE fransciesi dell'intro di Bastardi senza Gloria ( Il sig. La Pedite e una delle figlie, così, a buffo) che ti viene da chiederti... Perché?! Lo "sbarco in Normandia dei Francesi in Inghilterra", la Magna Carta scritta da un TAGLIAPIETRE e tutti i nobili che se ne stanno, il senso di predestinazione eroica che gira intorno a Robin Longstride/Robert di Loxley/Robin Hood, I BAMBINI SUI CIUCHI. Poi arrivi alla freccia a 2 km di distanza tirata a cazzo, col salino negli occhi, con l'arco teso in mare, al cattivo che galoppa sulla spiaggia, in piena battaglia e lo centra in PIENA TESTA....

E ti rendi conto che va bene tutto, che è un film d'intrattenimento onestissimo, che le scene di combattimento erano DAVVERO entusiasmanti, che era tutto davvero molto ritmato, che complessivamente ti ha davvero coinvolto e divertito e che sembra che tutti fossero così convinti da sto baraccone che ha convinto anche te, quindi DIAVOLO! Va benissimo così! E non ti dà noia, molta meno di quanta te ne abbiano dato le STAMPE al COLOSSEO...

Purtroppo (per Ridley) Tony è ormai troppo lontano, una vita di mestiere non la raggiungi con un film e un po' di intuito. Però l'onestà si è vista e va apprezzata tutta. 

Momento FTW del film:

Ogni volta che Little John carica con la mazza da guerra ti viene voglia di alzarti e picchiare qualcuno al cinema con, non so, i seggiolini.

Momento WTF del film:

La carica dei bambini sui ciuchi, la -GOSH- rivelazione del padre di Robin, uscire dalla sala e accorgersi di aver accettato come plausibile molte più cose de Il Gladiatore.

"vedete, se ero mio fratello adesso facevo arrivare un treno senza freni carico di materiale tossico esplosivo da laggiù. Accontentatevi di tirare spadate a caso come non ci fosse un domani, o vi faccio fare "un'ottima annata 2", e non scherzo. Poi gli alieni li aggiungiamo in post-produzione nell'extended."

SE VOLETE APPROFONDIRE, c'è un pezzo bilissimo di Wim Diesel su i400calci QUI e chi non lo legge ha osato cervare un ucciso del re.

EDIT: si, l'avevo già pubblicato, è blogspot che sclera, non so.

lunedì 24 maggio 2010

Perchè alcune persone dovrebbero imparare a tacere.

"Ieri mi ha telefonato l'impiegata di una società di recupero crediti, per conto di Sky. Mi dice che risulto morosa dal mese di settembre del 2009. Mi chiede come mai. Le dico che dal 4 aprile dello scorso anno ho lasciato la mia casa e non vi ho più fatto ritorno. Causa terremoto. Il decoder sky giace schiacciato sotto il peso di una parete crollata. Ammutolisce. Quindi si scusa e mi dice che farà presente quanto le ho detto a chi di dovere. Poi, premurosa, mi chiede se ora, dopo un anno, è tutto a posto. Mi dice di amare la mia città, ha avuto la fortuna di visitarla un paio di anni fa. Ne è rimasta affascinata. Ricorda in particolare una scalinata in selci che scendeva dal Duomo verso la basilica di Collemaggio. E mi sale il groppo alla gola. Le dico che abitavo proprio lì. Lei ammutolisce di nuovo. Poi mi invita a raccontarle cosa è la mia città oggi. Ed io lo faccio. Le racconto del centro militarizzato. Le racconto che non posso andare a casa mia quando voglio. Le racconto che, però, i ladri ci vanno indisturbati. Le racconto dei palazzi lasciati lì a morire. Le racconto dei soldi che non ci sono, per ricostruire. E che non ci sono neanche per aiutare noi a sopravvivere. Le racconto che, dal primo luglio, torneremo a pagare le tasse ed i contributi, anche se non lavoriamo. Le racconto che pagheremo l'i.c.i. ed i mutui sulle case distrutte. E ripartiranno regolarmente i pagamenti dei prestiti. Anche per chi non ha più nulla. Che, a luglio, un terremotato con uno stipendio lordo di 2.000 euro vedrà in busta paga 734 euro di retribuzione netta. Che non solo torneremo a pagare le tasse, ma restituiremo subito tutte quelle non pagate dal 6 aprile. Che lo stato non versa ai cittadini senza casa ,che si gestiscono da soli, ben ventisettemila, neanche quel piccolo contributo di 200 euro mensili che dovrebbe aiutarli a pagare un affitto. Che i prezzi degli affitti sono triplicati. Senza nessun controllo.Che io pago ,in un paesino di cinquecento anime, quanto Bertolaso pagava per un'appartamento in via Giulia, a Roma. La sento respirare pesantemente. Le parlo dei nuovi quartieri costruiti a prezzi di residenze di lusso. Le racconto la vita delle persone che abitano lì. Come in alveari senz'anima. Senza neanche un giornalaio. O un bar. Le racconto degli anziani che sono stati sradicati dalla loro terra. Lontani chilometri e chilometri. Le racconto dei professionisti che sono andati via. Delle iscrizioni alle scuole superiori in netto calo. Le racconto di una città che muore. E lei mi risponde, con la voce che le trema. " Non è possibile che non si sappia niente di tutto questo. Non potete restare così. Chiamate i giornalisti televisivi. Dovete dirglielo. Chiamate la stampa. Devono scriverlo."

Miss Kappa

(via violettabellocchio)

sabato 22 maggio 2010

mercoledì 19 maggio 2010

martedì 18 maggio 2010

NPH + GLEE + JOSS WHEDON

Nel caso a qualcuno ancora fosse sfuggito:

Neil Patrick Harris è la Guest Star dell'episodio di GLEE che va in onda oggi negli States. Ed è diretto da Joss Whedon (Buffy, Firefly, Dollhouse, Dr. Horrible, ma da dove venite?)

è superfluo dire che se non lo guardate siete dei gonzi che aspettano il finale trollata di Lost.

Ah, Ormai NPH è andata... le profezie si avverano...LE CAVALLETTE!!!

Lucan promises...

Così ho scoperto che Basilicata Coast to Coast è ancora in sala.

Stamattina, quindi, ho trovato questo signore fuori casa che mi guardava così:

Che parrebbe essere un Lucano inviato (su gentile segnalazione di Moni) dall'ufficio turismo della Basilicata, che mi farà visita finché non andrò a vederlo.

A me 'sta storia non è che convinca granché. Però.

"Massì, massì. Ho detto che ci vado, dotto'."

e lui sereno mi ha risposto "eccerto che ci vai. è una PROMESSA"

(... madò come stringe il colletto oggi...)

venerdì 14 maggio 2010

Non potevo lasciarle lì...

Data la mia passione per le locandine, e specialmente per le rielaborazioni, potevo far finta di nulla davanti a questi Mash-up?

Ovviamente no e quindi sono qui a riproporveli! Ne troverete MOLTI altri a questo indirizzo... Parecchi non sono all'altezza dei migliori ma vale la pena andare a dare una sbirciata...

    
 
   

giovedì 6 maggio 2010

Robe sparse che sono rimaste lì

Dragon Trainer o How to train your Dragon è una metafora sull'Australia e la sua piaga dei gattini, e la scoperta di quanto sono DAWWWW Dato che è degli stessi autori di Lilo & Stitch non è il solito videoclip citazionistico facilone alla Shrek, e vale davvero la pena vederlo (Se avete, o avevate, la fortuna di averlo in programmazione in un'orario accessibile ai lavoratori! AHR AHR AHR).

Bellino assai, anche visivamente.

Iron-Man 2 non è all'altezza del primo (d'altronde non mi aspettavo lo fosse), ma in definitiva non ci sono andato per vedere una fedele trasposizione di un fumetto quanto per divertirmi con Robert Downey Jr che gigioneggia (e lo fa alla grande). Ci si diverte, ha una grande colonna sonora, e  scorre veloce. Punto debole: poche scene d'azione. Punto di forza: ottimo cast, non appesantisce nulla. Sicuramente da Favreu alla regia, attore che viene da commedie, non ci si poteva aspettare troppo di più. Se al terzo ci sarà sempre lui, magari qualche consulente per le scene d'azione in più male non farebbe (roba che qui c'era Tartakovsky, comunque). Miglior effetto speciale: Scar-Jo, a mani basse, e i trampoli di Mr. Stark.

Fantastic Mr. Fox: incredibile! Adoro Anderson e l'avrò visto tre volte. In italiano è adattato da bestie e hanno tradotto la canzone di Jarvis Cocker (cantante dei Pulp), roba alzarsi e andarsene. NONOSTANTE questo, è da vedere, far vedere e amare. Probabilmente il film di Anderson meno "ostico" che ha fatto, davvero per tutti, con una stop motion incredibile, insomma guardatelo.

The Crazies non sono ancora riuscito a vederlo perché prima mi hanno paccato poi ci sono andati senza avvisare (MAIALA ...) Raylan OVVIAMENTE is not amused. AT. ALL.

Vendicami devo ancora andarlo a vedere! Sarò perdonato e perdonabile?

Agora è bello ma you need a montage! (Mr. Aménabar, are you fucking serious?)

Departures ha senso solo se conoscete intimamente la cultura giapponese altrimenti (se vi è piaciuto) siete degli ipocriti. Anche nel primo caso secondo me siete abbastanza ruffiani (si, dico a te col dolcevita che hai rimorchiato la ragazza al corso di lingue orientali).

L'uomo nell'ombra mi è piaciuto molto ma non ho ancora identificato la tracolla di McGregor, voci di corridoio mi dicono che NON è Belstaff, un aiuto sarebbe apprezzato. La voglio.

venerdì 23 aprile 2010

From the Academy Award Winner Adrien Brody... HIGH SCHOOL!

Se chiedo a Internet chi è Adrien Brody, Internet mi risponde che è un'attore statunitense, e

"Diretto da registi di fama come Barry Levinson (nel 1999, in Liberty Heights) e Ken Loach (nel 2000, in Bread and Roses, presentato al Festival di Cannes), Brody è ormai pronto per la consacrazione definitiva nello star system hollywoodiano che (dopo L'intrigo della collana, del 2001) puntuale arriva nel 2002, quando interpreta in Il pianista (The Pianist) l'intensa e commovente parte di Wladyslaw Szpilman, il pianista che grazie alla sua arte riuscì a sopravvivere nel ghetto di Varsavia.

Il film - per la regia di Roman Polanski - registra un grande successo di critica e di pubblico e vale a Brody nel 2003 il Premio Oscar come miglior attore protagonista nonché il Premio César della critica.

Nel 2003, 2004 e nel 2005 ha interpretato i film The Singing Detective, The Village e The Jacket.

È stato fidanzato con l'attrice spagnola Elsa Pataky.

È tuttora l'attore più giovane ad aver vinto il Premio Oscar di miglior attore a soli 29 anni."

OPPURE:

"da Hollywood ai film indipendenti europei, il passo è molto breve. Considerato per Pearl Harbor (2001), sceglie invece i drammatici Intrigo della collana (2001) e Harrison's Flowers (2001), fino a quando Roman Polanski non lo sceglierà per la più brillante delle sue interpretazioni: quella di Wladyslaw Szpilman, il giovane e talentuoso pianista ebreo che cerca di sfuggire all'Olocausto ne Il pianista (2002). Arriva immancabile l'Oscar per il miglior attore protagonista, nonché una vagonata di premi internazionali come il César."

Ecco. Il penultimo film che ha fatto Adrien è stato il tremendissimo Giallo (oltre il brutto), per la regia di Dario Argento (gravissimo errore). Ma le scusanti c'erano tutte: amico della figlia, vacanza in italia... un passo falso possono farlo tutti. Il film in uscita è PREDATORS. E anche se a dirigere è il talentuoso Nimròd Antal, alla produzione c'è Robert Rodriguez, un quarantenne che elargisce "how to fuck" negli extra dei dvd, veste perennemente da motociclista con la bandana e pensa di essere un figo (e in genere le imbrocca, però.). Qui Adrien interpreterà un mercenario che va su un pianeta di alieni nel ruolo che - ideologicamente - fu di Schwarzenegger (WTF d'ufficio).

MA. Il suo PROSSIMO film. Sarà una commedia ambientata in un liceo dove per riusultare negativo ad un controllo per sostanze stupefacenti, uno studente cercherà di farle assumere a tutto l'istituto. Interpreta il pusher pazzo. Dagli stessi produttori di... UHM... The Zone, Night of the Demon, e Autopsy. Di cui abbiamo una bellissima DIAPOSITIVA:

Well, I spit on your grave, And I LOL on your Pianist,  Adrien.

He pulled first. I was justified.

Elmore Leonard è uno scrittore statunitense pubblicato in italia dagli anni '70 ma che sul nostro mercato ha conosciuto la fortuna con le trasposizioni cinematografiche di Get Shorty, Be Cool, Out of Sight, Jackie Brown, e quel Treno per Yuma.

Raylan Givens è uno dei suoi personaggi ricorrenti, uno U.S. Marshall del Kentucky"old fashioned", che male riesce ad adattarsi agli standard procedurali moderni, cosa che gli procura difficoltà con i suoi superiori. Raylan Givens è, fondamentalmente, lo sceriffo che difende il fortino. Vecchi metodi, tempi moderni.

Timothy Olyphant negli ultimi anni si è fatto notare in film più o meno riusciti (la ragazza della porta accanto, Hitman, Die Hard 4, A perfect Getaway, la città verrà distrutta all'alba), ma sempre e comunque per una presenza scenica che spesso travalicava la qualità di film e cast, ricordando il  Bill Paxton che è stato e il Billy zane che poteva essere.

Lui è Raylan Givens, e probabilmente non poteva essere altrimenti.

Justified 

(13 episodi, al momento 7 trasmessi) ha tutte le carte in regola: ottimi dialoghi, personaggi solidi e ben costruiti, una buona regia e l'atmosfera adatta di quel "dannato sud" da cui ogni personaggio sembra voler fuggire. Consigliata?Diavolo, si.



C'è una scommessa in corso con la signorina Violetta in caso di pessimo script sentimentale, ma... ci auguriamo di cuore che non succeda.

martedì 20 aprile 2010

From Paris With Love (ma anche no)

Non capisco esattamente dove, sulla carta, John Travolta e Brian Slade vestiti da Vin Diesel e Johnny Depp diretti da Pierre Morel, in un action ambientato a Parigi, dovrebbero funzionare. Perché... secondo me non sono una buona idea, nemmeno detta così.

Ma Luc Besson ha tasche grandi così e produce alla grande quindi eccoci qua. L'opinione è che Taken è stato un'incidente di percorso. Di bello c'è il look di Travolta. Le battute sono roba da alzarsi e andarsene (Wax on, Wax off? WTF). C'è una citazione al Royale con formaggio nel momento sbagliato e troppo, troppo mal gestita.

Per il resto: HAI FATTO UN BRUTTO FILM, MOREL.

E per TravoltEXTREEEEME .... WORST ACTING EVER da Battaglia per la terra.

"I'm sooo EXTREME I shit Vin Diesel"

domenica 18 aprile 2010

The Book Of Kells, ovvero col cazzo che lo vedi in sala

Ormai non dò più nessun peso alle nomination dell'Academy, in particolar modo alla voce animazione è come ripetere una barzelletta: "Pixar, Dreamwork, Miyazaki, un lavoro indipendente visto da tre tizi e un film in stop motion entrano in un bar...", in base alla disponibilità sul mercato, tendenzialmente... comunque sia, quest'anno c'è stato un titolo nel mazzo, che mi aveva incuriosito particolarmente: The Secret Of Kells.

Co-produzione Franco-Belga-Irlandese di Cartoon-Saloon, casa Irlandese, che come dice il titolo racconta della genesi del Libro di Kells, o Il grande Evangeliario di San Colombano, realizzato da monaci miniatori irlandesi nell'800 tra il monastero dell'isola di Iona e l'abbazia di Kells (e tutt'ora conservato al Trinity College di Dublino). Se vi sembrasse troppo noioso: sono monaci miniatori sotto assedio. Dei vichinhi. Che fortificano mura difensive delle abbazie. Che per tramandare il Libro scappano per mezza irlanda mentre i vichinghi ne massacrano l'altra metà (ho di nuovo la vostra attenzione? Ok) .

Il gusto estetico di The book of Kells ricorda il le serie di Tartakovskyper Cartoon Network, in particolare Samurai Jack, e a parte alcune scelte nella regia (in particolare  dei giochi di ombre nelle sequenze con i vichinghi), le similitudini finiscono lì. La scelta cromatica delle ambientazioni riesce nell'arduo compito di descrivere la natura irlandese, e immedesimarsi, complici le ottime musiche (di Coulais, già ascoltato su Coraline di Selick), mentre nonostante il design dei personaggi apparentemente possa suggerire un prodotto per una fascia di età più tenera, il film ha un target perfettamente centrato, e un paragone con la produzione di Miyazaki non solo non sarebbe fuori luogo, ma è più che spontanea.

IN BREVE: il fascino di riscoprire l'animazione 2d con un bel messaggio, una bella storia vera, in un paesaggio stupendo che è l'irlanda, con una grande colonna sonora (senza Enya!)

Insomma, un prodotto (e una casa) da tenere d'occhio, specialmente quando si dice che l'animazione è morta e il futuro ha gli occhialini in sala.




Inoltre: animazione europea che non ha un cazzo da invidiare a Miyazaki e snobbarla?

Cioé, dovete essere veramente dei minchioni.

venerdì 9 aprile 2010

No. Siamo FUORI TEMPO MASSIMO.

http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/p/magazine/2010/04/09/AMkkKraD-burlesque_piace_spogliarello.shtml

qualcuno non è stato avvisato della morte del Burlesque agli inizi del secolo e dell'appropriazione indebita del nome da parte di stripper più o meno preparate (anche se propenderei per la seconda ipotesi).*

Inoltre sapete cos'è morto? Il Vaudeville!

PS:I DARE YOU NOT.

venerdì 2 aprile 2010

NON ME LO DOVEVI FARE, NON ME LO DOVEVI FARE!

Vado subito al punto: la Lucky Red ha fatto LA cazzata distributiva per un film che è stato nel cassetto per più di un'anno, e chi ha seguito un minimo la vita distributiva incasinata, a tutti piaceva ma nessuno voleva distribuirlo: parlo ovviamente di I LOVE YOU, PHILLIP MORRIS che esce oggi nelle nostre sale per Lucky Red con il titolo "Colpo Di Fulmine - Il Mago Della Truffa".

Lucky Red è da sempre una distribuzione famosa per aver portato in Italia pellicole a tematiche omosessuale, quindi la domanda spontanea è:

Perché cazzo spacciare la storia della vita di Jay Russell (dal suo coming out, al periodo in prigione, i tentativi di evasione e l'amore per Phillip Morris), come un "bugiardo bugiardo 2: now with more gay jokes" ?
Inoltre si parla di censure piuttosto pesanti, per aggirare un possibile divieto ai minorenni ma sopratutto al popolo dei benpensanti (e così eliminando una "fastidiosa" scena di sesso tra... MASCHI! Ebbene si, in una commedia GAY, tra personaggi GAY, c'era una scena di sesso GAY, ma don't worry ma'am... dovreste essere incolumi)

Chi rimarrà sicuramente fregato da questa operazione saranno gli spettatori occasionali, non i cinefili e i navigatori esperti che già da un'anno sono ben informati su questo film. Trovo una vera presa in giro da parte della distribuzione spacciare come commedia per famiglie un film che è tutt'altro (per quanto possa essere stato ripulito).

Detto questo rimando all'agghiacciante intervista con la Lucky Red sul cineblog, e a Friday Prejudice, e fate del vostro peggio, specialmente sull'intervista della Lucky Red che ha scritto roba che non si può leggere. Ringraziamo invece Kekkoz per la presenza settimanale.

(Cinema, due domeniche fa, trailer antecedenti a Fuori Controllo. Trailer di Colpo di Fulmine)

F: ah, un nuovo film con Jim Carrey, non me lo voglio perdere, dev'essere forte!

Io: NO CAZZO!

lunedì 29 marzo 2010

PASTA FRECA Grotesque

QUESTI EVENTI SI SVOLGONO TRA LE ORE 7 E LE ORE 12 DI DOMENICA MATTINA
Ok il fuso orario, non dovevo fidarmi del telefonino quando ho cambiato l'ora: "cambiando l'ora verrà cambiato il fuso orario:Y/N" boh, Y? "cioé io te lo cambio lo stesso dopo: Y/N" no, spe allora no, la ritolgo "la rimetti come prima e ti cambio lo stesso il fuso " FUUUUU... ok, vada come vada, e mi hai svegliato un'ora dopo ridendo di me.
Arrivo a [DESTINAZIONE IGNOTA FUORI MILANO] con un solo caffé in corpo e vedo G., il tizio del presunto Dalek. Di lui sappiamo che: è sulla cinquantina, si veste malissimo,  colleziona trenini e ha una faccia da serial killer. Il magazzino è un ex-pastificio ("pasta fre-ca") che sembra un fienile, mi tengo una mano sul cellulare in tasca perché Hostel l'abbiamo visto un po' tutti.
In questa specie di capannone illuminato in tutto da una (1) lampadina mi si presenta davanti:
Quella che inizialmente era nella descrizione un "residuo scenico cinema anni 70-80, fantascienza america-inghilterra, robot spaziale non esperto vende" che telefonicamente specificava "non aveva braccia, era simile ad un aspirapolvere, con una base nera" poteva essere qualsiasi cosa, ANCHE un Dalek ("si, potrebbe, dovrebbe venire a vederlo, sa io non me ne intendo") , anche se ovviamente non ci avevo messo il cuore sopra - Ma nulla mi avrebbe preparato a:

La metà corpo superiore: un animatrone da lunapark tipo "casa maggica" con una tuta argentata (forse d'amianto), con una manica fatta con la cappa aspirante da cucina (quella in lamierino ziglinato) e una pinzona di cartapesta come mano, l'altro braccio mancante, una testa-casco con due faretti da lambretta al posto degli occhi e una griglia che lo faceva sembrare la parodia grottesca di una bambola gonfiabile per Terminators.

La metà corpo inferiore SEMBRAVA un'autoscontro per bambini, O una caricatura gigante di una micromachine, O un carro di una giostra, tutta dipinta di nero.

SERIOUSLY, WTF. Non posso fare altro che girarmi e chiedergli quanto chiede per il Juke Box (e quello era in ordine e bello).
Mi fa un ragionamento tipo "eh valutavano 7000, ma ce ne ho spesi 1000, quindi a meno di 9000 non lo do."
Quindi tante care cose e scappo, caro amico serial killer, prima che mi faccia a pezzi e mi usi il braccio per sostituire quello del prototipo di screamer, laggiù.

Gli butto un ultimo sguardo prima di uscire e mi guarda, mi guarda e mi dice "voglio andare a casa, Jonny, voglio guidare, voglio andare sulla chevrolet!"

Che cosa devo fare? Non posso dimenticarlo, Che-cosa-posso-fare?

Per fortuna che in macchina ho Lady Gaga che mi fa dimenticare gli orrori della guerra.

[A SEGUIRE: LA FIERA DEL FUME-DEL GROTTESCO]

venerdì 12 marzo 2010

Shutter Island: e tutti quanti amano l

Shutter Island: e tutti quanti amano l’amico spiegazione.

Posted using ShareThis

Shutter Island: sosia discount e ginocchia pelose in testa

Shutter Island: sosia discount e ginocchia pelose in testa

Posted using ShareThis

Shutter Island

Shutter Island – Contrappunti di violino is the way.

Posted using ShareThis

Scorsese ovvero mi brucia ancora per Million Dollar Baby

Secondo me Scorsese è ancora sotto shock dall'oscar a Eastwood. Vi ricordate quella premiazione? Aveva Portato The Aviator e Eastwood era in cinquina con Million Dollar Baby.

Successe questo:

 

Si stava già alzando per davvero, e perdere contro quello che (per lui) era ancora quello "con due espressioni: con il cappello e senza", è stato troppo. Il cervello gli ha mollato un peto lungo come un tramonto d'estate, gli ha permesso ancora la tecnica e basta. Da lì ha gridato "LEONE!" e "anche io il remake del film orientale". E gli è andata benino, ma con Shutter ("anche io l'adattamento del libro di Lehane"), la mia ipotesi è che mentre girava gli è arrivato l'assistewnte di produzione così

"Ciao Martin, ma dai, lo sapevi che usciamo nello stesso periodo di Invictus?"

"ecche è?"

"il nuovo film di Clint. Con Freeman e Damon, dai, su Mandela"

Da lì, ha biascicato qualcosa su Matt di poco igenico, ha fatto due scene rubate a Lynch da vergognarsi, e violini come non ci fosse un domani. E ha iniziato a lavorare col metodo Ferretti

Riuscendo a tagliare un sacco di materiale del libro di Lehane e a renderlo di quattro ore comunque più lungo, non posso dire altro che l'ultimo film di Scorsese (e quindi Departed non conta) che mi è piaciuto è Al di là della vita, che non solo mi aspetto, ma esigo di più e che se non ne hai più voglia puoi fare dell'altro, non sei obbligato.

FUN FACT: la sala dove guardavamo il film aveva un pezzo di telo strappato nell'angolo a sinistra. Ogni volta che qualcuno guardava accigliato/distratto in basso mi sembrava il metacinema più riuscito dai tempi dell'odorama. Quando a fine film (all'inquadratura del faro) un tizio è entratoo totalmente a random dall'uscita di sicurezza esattamente SOTTO lo schermo vestito di bianco, mi ha completato la serata.

3d di Avatar puppami la fava.

LA MIA OPINIONE IN DEFINITIVA: Si vergogni maestro.

CONSIGLIATI:

Mystic River di Clint Eastwood 

Gone, Baby,Gone di Ben Affleck (Affleck regista? more likely than you think!)

E i libri, bestie i libri!

Per i pigri: il bellissimo adattamento ITALIANO a fumetti di Shutter Island, roba da far mangiare le mani a Martino.

A seguire: interessanti discussioni su I400calci sulla scalata al potere di un comprimario delle tartarughe ninja, sulla testa enorme di di caprio e sui violini. Stay Tuned.

giovedì 11 marzo 2010

8-bit e ancora anni '80

Sul flickr del signor Jude Buffum trovate le sue interpretazioni a 8-Bit del Grande Lebowski.

      

MARK IT ZERO!

Analogamente, su Penneydesign, (e qui il tumblr) oltre ai design a 8-bit, trovate film e serie tv ATARIZZATE :

    

    

e adesso dalla soundtrack di Near Dark, Pick Up at High Noon dei Tangerine Dream


sabato 6 marzo 2010

Alice in narnialand


volevo scrivere una recensione ma mi toglie le energie ogni volta che ci provo.

This movie sucks.

Risparmiatevelo e spendeteveli in birrette, o gormiti, o che cazzo volete.

E hanno chiamato i Cure, Tim. Rivogliono indietro la loro pettinatura.

Fuori dal cinema:

"Ti è piaciuto?"

"Come cacare cocci di vetro."

martedì 2 marzo 2010

Tim Burton puppami la fava (what else?)


Allora.

Il nuovo film con Sasha Grey (and Ron Jeremy too!) Wonderland-themed - e per quest'industria non so quanta ironia ci sia dietro - si intitola Malice in La La Land. Sono usciti con un trailer SFW, quindi aprite tranquilli (è iùtub, d'altronde).

AH! Trovo superfluo dire che solo il trailer è Work Safe. Cosa trovate dal sito in su non è affar mio, ma della signorina Grey.

Qua c'è il sito, sotto c'è il trailer.

Cioé... sei un boccalone!!!

Quella del serpente che sta libero poi si sdraia poi lo porta dal veterinario perché dice è strano non mangia e allora lo abbattono perché ti sta troppo prendendo le misure è una leggenda metropolitana. Non lo sapevate? Sapevatelo!

Io non lo sapevo, e allora? Ne conosco a pacchi di gente che non lo sapeva e almeno due che me l'hanno addirittura raccontata... iniziate a scappare.

Eh, va bè, che scherzo del menga, cioè, veramente, che intelligenza scarsa! Sempre questi soliti scherzi...

lunedì 1 marzo 2010

Devo dimenticarmi di non dimenticare

Ogni volta ci casco. C'è sempre qualcosa, nel profondo che mi dice "ma non dovevi non tornarci?" ma è seppellita da voci che urlano fortissimo parole come "chimichanga", "tortillas", "burrito", "jalapeno" come scimmie impazzite.

Ogni, volta il giorno dopo, come i tamburi che si avvicinano nella foresta nera, e si fanno sempre più insistenti man mano che si avvicinano, ricordo perché.

Il signor Nolan mi suggerisce (*) la soluzione sotto forma di Rebus (4, 1) sul corpo di Guy Pearce, too kind, mr Nolan! Potrei prenderla in considerazione la polaroid però.

"don't believe his lies. he's the mexican cook."

(*) elio invece propone più semplicemente "c'è un dirigibile marrone, senza elica e timone, dentro me"

domenica 28 febbraio 2010

è arrivata la sagra del fienile

Ieri rientravo dal lavoro per trovarmi con amici a cena e deviando da una strada meno trafficata mi sono trovato davanti un muro di auto. Pensando al solito traffico serale del sabato ero quasi rassegnato a quei venti minuti di coda quando mi accorgo che all'estrema sinistra di queste quattro  corsie (due per andare dritti, due per svoltare) di auto ferme, era tutto libero. Quindi agilmente svicolo e constatando che questo fiume di lamiera si stava incanalando nel peggior multisala del nord italia, dove al momento non c'è un solo film che valga la pena di vedere, dove non c'è il 3d, dove c'è una birreria, una pizzeria pessima e una sala giochi con novità risalenti al 2002, la mia mente è andata automaticamente a paragonare la mia città, una città a cui voglio bene ma con cui ho il classico rapporto di amore-odio, a un cazzo di paesino della Georgia o roba del genere degli anni '70, comecel'hainsegnatolativù.

E' arrivato il circo, c'è il clown col cane che salta all'indietro, il nano e un cavallo dipinto da zebra! Tutti alla fiera del fienile! Portate cugini, fratelli, zii e cagnolini! ONLY THIS SATURDAY! è così semplice, perché cercare alternative? perché cercare? perché pensare?

Il Fienile, si. Ma senza forcone. E sopratutto senza una Super Vixen, per cui valga la pena rischiarlo. Ci si metterebbe la firma, altrimenti.

(arrivo in centro, parcheggio, piuttosto vuoto. Locali ce ne sono, aprono e muoiono nel giro di una stagione. Gli avventori della sagra del fienile si lamentano che qui non c'è niente da fare. Ma d'altronde dovrebbero anche camminare, mentre il fienile ha il posto auto al coperto. Troppo scomodo)

venerdì 26 febbraio 2010

sintesi e sit-com

Mi hanno detto che non ho il dono della sintesi.

The Big Bang Theory Mi ha rotto il cazzo.

How I met your Mother è decisamente superiore (e c'è Neil Patrick Harris)

Chuck alla terza serie è... AWESOME.

(FOTTETEVI)

ROBOCOP VS GEORGE MICHEAL? Wake me up before you go-go!

Domenica sera in Tv hanno dato SCREAMERS: Urla Dallo Spazio. Per chi non lo conoscesse, il film ambienta nel futuro, nello spazio, in una inculatissima colonia umana, gli avanzi della guerra tra Stati Uniti e U.R.R.S. (erano gli anni '80 ed erano i tempi di Alba Rossa e The Day After), dove una delle armi principali utilizzate sono gli "urlatori": lame meccaniche create dall'alleanza (USA), che riconoscono e si bloccano solo davanti a degli appositi bracciali. Per farla breve: dopo la fine della guerra vanno a trattare un termine di resa con l'urrs per l'estrazione del ricchissimo minerale ma scoprono che gli urlatori si sono iniziati ad evolvere da soli e assumono l'aspetto di bambino che cerca aiuto e un militare ferito, e alla base sono tutti morti tranne pochi che hanno la stabilità mentale sotto la soglia. C'è un nerd pazzo, una zozzona e George Michael sadico. La cosa bella è che il protagonista (Weller) senza tanti pensieri prende e se li porta tutti dietro uguale, anche se un militare normale li avrebbe fucilati tutti senza pensarci due volte,alla prima sparata di george michael specialmente. a maggior ragione con le esigenze di sceneggiatura che si inventano per tenerli lì e per mettere in mano al nerd enormi fucili.

(love it)

Ecco, da lì in su, per me il film diventa "il film con George Michael di fantascienza" in realtà Roy Dupuis non ci assomiglia poi così tanto ma ogni volta che lo inquadrano nella mia mente parte "wake me up before you gogo" con le magliette con scritto CHOOSE LIFE e così via... e così non posso fare a meno di vedere tutto il film.. sempre, sempre... poco importa che ci sia peter "robocop" weller...

Ah si. Il film è una mezza cagata, è tratto da Dick o così mi dicono, c'è un seguito orribile, alla fine il nerd pazzo muore (E PER FORTUNA), il soldato pure (tanto è antipatico) la zozza è uno screamer (si era capito), e George Michael è uno screamer, muore e non uccide robocop (NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO) . Quindi finale pacchissimo.

Wake me up before you gogo per allietarvi la giornata.

JITTERBUG!

mercoledì 24 febbraio 2010

Killroy Was Here


Styx - Mr. Roboto

Caricato da manon42. - Guarda gli ultimi video musicali selezionati

どうもありがとうミスターロボット
また会う日まで
どうもありがとうミスターロボット
秘密を知りたい

Killroy! Killroy! Killroy! Killroy, Killroy....

Wolfman ovvero: Benicio Del Toro, now with more hair.


Ieri sera ho visto un film.

Adoro l'ambientazione: ci si sposta dalla brughiera inglese, a Londra nel periodo vittoriano. E ottime anche le scenografie! Poche (la fa da padrone la campagna nebbiosa) ma buone!

Gli attori sono di ottimo livello: abbiamo Benicio Del Toro che è quasi più lupo da uomo che dopo la trasformazione, la bella Emily Blunt, l'immenso Hugo Weaving e un Anthony Hopkins che non si vedeva così in forma da troppo tempo. Ottimo!

Considerando che è un remake dell'originale del 1941, la sceneggiatura è davvero molto molto solida!

Inoltre (rullo di tamburi) il make up artist è nientepopòdimenoche RICK BAKER, un nome su tutti: un lupo mannaro americano a Londra.

Al che mi direte Mocchebbelfilmchedev'essere, stasse ci vado anch'io!

E invece no.

No perché la regia è stata data a quest'uomo. E per quanto anni fa abbia guardato Rocketeer con piacere e rick moranis mi stia simpatico, non puoi far dirigere un film del genere (che poteva fare non dico un Coppola, non dico Del Toro, ma anche un Christophe Gans senza pretese!!!), a uno che non inquadrava la formica in tesoro mi si sono ristretti i ragazzi... e infatti l'uomo lupo SAREBBE bellissimo... il problema è che non si inquadra MAI! La regia è una roba fatta con un fiasco di rosso in mano, è come filmare avatar con la battaglia dell'albero-casa a destra e inquadrare due tizi che scappano a sinistra e l'albero quando è già caduto! Ma come si fa!

L'altra nota dolente è la CG. Il make up è di livello altissimo (è lo stesso di Hellboy d'altronde), ma la cg della trasformazione è imbarazzante. Anche qua non capisco... perché fare trasformare4-5 volte nel film e farlo sempre MALE e in primo piano? Fallo fare UNA volta bene (come l'uomo sabbia di spiderman 3) e poi usa effettacci nascosti altre volte no?

L'ultima nota stonata è, purtroppo, il finale. C'è un cliffhanger per "liberare" il protagonista totalmente insensato e totalmente random! Al punto che in una scena che dovrebbe avere una carica drammatica sono scoppiato a ridere perché era costruita malissimo.

Il pensiero all'uscita della sala: peccato, davvero peccato perché le carte c'erano davvero tutte, ma chi le aveva in mano non le sapeva assolutamente giocare.

martedì 23 febbraio 2010

FFFFFFATTO?

Quanti di voi hanno una scatola di vecchi giocattoli incompleti in cantina?

(ok, un sacco di gente che conosco li ha perfettamente completi in una vetrinetta o preferibilmente ancora in scatola... ma non è quello il punto!)

Comunque sia, non sapete cosa farne? Cercare il pezzo mancante? Gettarli via? Utilizzarli per un presepe alternativo?

Oppure, con un po' di colla vinilica, delle fòrbici a punta tonda...


... FFFFFATTO???

La foto è di Adam Voorhesm,  check his website!

cose che (non) volevate vedere

la prima è roba da professionisti, e non la lascio per ultima unicamente perché altrimenti col cazzo che arrivate a vederla. E Kirsten Dunst che balla per Tokyo vestita da prostituta in cosplay... merita. La regia è di McG (Terminator Salvation e Charlie's Angel). Si ringraziano gli utenti de i 400 calci.

(e dopo questo, penso di poterle perdonare anche Spiderman. Per il 3, uhm, vedremo)

A seguire...

NON SI ESCE VIVI DAGLI ANNI '80:


e... per questo non ho parole... direi che l'inferno non è abbastanza.

LVK: LESBIAN VAMPIRE KILLERS


Lesbian Vampire Killers è un titolo: ruffiano, fuorviante, onesto. E dice tutto. Ma sopratutto cosa NON è: non è un porno. Non è un trash. Ma sopratutto... Non è nemmeno un horror!!!! Almeno... non nel senso classico.

Ebbene si. LVK è una Brit "horror-comedy", sulle orme di Shaun of the Dead, che vede due famosi comici inglesi (Mathew Horne e James Corden), alle prese con un villaggio maledetto da un antica vampira lesbica e il suo nutrito seguito di accolite.

Qual'è il problema del film? Shaun era un ottimo film! Ma prendere praticamente la serie B di Simon Pegg e Nick Frost, fargli interpretare ruoli simili ma ulteriormente caricaturali... non è una buona idea. Non fa abbastanza ridere per essere una commedia, non fa assolutamente paura/disgusto per essere un horror e... NON SI VEDE NEMMENO UNA TETTA!!!!!

Quindi fa cagare! Non del tutto. Per essere una commedia ha un'ottima fotografia e delle idee molto carine per la camera, e ha alcune scene carine: la fidanzata con l'ascia in testa che sbatte sull'amico, il dialogo tra il prete e Fletch, la padellata, la quantità di gnocca (e vorrei ben vedere!)

Per il resto... vuole essere Shaun of the Dead con le vampire lesbiche e ci prova troppo senza riuscirci, roba che madonna e britni spìrs al confronto erano più realistiche, sono rimasto basito a "tipe che fluttuano su dei binari con la nebbia sotto per non farli vedere... E POI SI VEDONO",  "tipe che agitano le braccia e tengono la bocca aperta e fanno AAAH" e sopratutto a "gente che si muove fast forward e a spezzoni per dare l'effetto del sovrannaturale" in un film del 2009, sono rimasto a bocca aperta per mezz'ora buona... Inoltre l'umorismo che c'è è molto Brit quindi c'è a chi può anche dare molta noia.

PER CONCLUDERE: ho visto di peggio, ma è roba da domenica in casa se fuori piove e non avete voglia di raggiungere il telecomando per cambiare canale.

La battuta migliore del film: "L'ennesimo scherzo crudele di Dio per togliermi quelle tette! Anche le donne morte preferebbero dormire tra di loro pittosto che stare con me. Ma mangiarmi vivo? Fantastico! La prossima volta mi farà sodomizzare da un licantropo gay!"

lunedì 22 febbraio 2010

8 semplici regole per guardare Chuck



- è una serie tv che mischia Ralph Supermaxieroe (sfigato conn grossi poteri incontrollati aiutato da agenti governativi) a The Big Bang Theory (gag di nerd che entrano nello specifico delle loro passioni) e Spie Come Noi.

- c'è un intero episodio dedicato alla Delorean!!! e un'altro dove salvano il mondo dalla guerra atomica giocando con un coin op.

- c'è l'episodio "die hard" di natale bloccati col terrorista e fuori coi poliziotti... c'è AL "8 sotto il tetto" POWELL!!!

- uno dei protagonisti è Miranda di Mass Effect 2, ma è molto più carina qui e nella prima serie a causa della copertura è vestita da ragazzina svizzera (inoltre: dat ass).

- Un quantitativo ABOMINEVOLE di caratteristi bravissimi. Roba da farvi stancare di dire "eh lo conosco dai come si chiama l'ho visto in troppi film dai non mi ricordo ora il nome uffa". il nome non lo ricordate perché NON LO SAPETE. Semplicemente non l'avete mai letto.

- per divertirsi a scoprire le continue citazioni a film/libri /telefilm sullo spionaggio sparse nella serie (l'alterego di chuck è Charles Carmichael, il nome del vicedirettore del buymore è Emmett Millbarge e così via)

-Non basta? il padre del protagonista è Scott Bakula, che è un rivale di Chevy Chase, un cattivone è arnold vosloo e ilcattivodiironman (vestito uguale tra l'altro!) e michael clarke duncan fanno dei mercenari, Tron, jenny mccarty, Tricia Helfer, Robert Patrick, Nicole Richie (che fa infatti una stronza),... c'è VINNIE JONES, kristin kreuk, brandon routh, ecchipiùneha...

- Non basta ancora? C'è in italiano. Ed è anche (incredibile ma vero!) adattata e doppiata MOLTO bene. Lo trasmettono su Italia 1, Su Steel siamo alla seconda Stagione e gli smandripponi del web non avranno difficoltà a trovare la terza sottotitolata online.

e... sicuramente non è la serie più bella che c'è, ma a me piace molto (anche se sicuramente decolla alla seconda, e si vede dal quantitativo di guest star di richiamo che ci hanno infilato) e sicuramente mi ha preso parecchio e la consiglio. 

sabato 20 febbraio 2010

Illustrazioni da uno sconosciuto

Chi è Olly Moss.

Un Designer inglese, poco più piccolo di me, molto bravo, molto cool, se girate per la rete avete sicuramente visto roba sua. Illustra per la abc, per il times, per serie tv, riviste e abbigliamento. E a me piace.

  

   

  


Questo è il suo Flickr. E Questo è il suo sito. Andateci.

un piccolo chiarimento (su cosa?)

Stufo di imageboard e forum di condivisione e di salvare miliardi di immagini, file, testi con l'idea di "un giorno lo faccio vedere a tizio"/ "appena lo sento lo dico troppo a caio", avevo bisogno  di uno spazio dove raccogliere tutto il pattume che trovo in giro. Mi ringrazieranno le persone che smetterò di assillare con invio di files, tweet, condivisioni e via dicendo. Non lamentatevi per scarsità di contenuti originali perché non intende essere "quel tipo" di blog. Anche se non si sa mai (inoltre,apprezzate la sincerità!).

Se conoscete fonti, autori, origini di immagini/testi o altro riportati... sentitevi liberi di riportarmeli, e segnalarmeli. Se nonli indico è probabilmente perché li ho trovati a zonzo per la rete e non ho la benché minima idea di chi siano. Quindi abbiate pazienza.

Detto questo.